L’ETICHETTA ECOSOSTENIBILE

RISPETTO PER L’AMBIENTE | ECOSOSTENIBILITA’ | ECONOMIA CIRCOLARE

RISPETTO PER L’AMBIENTE
ECOSOSTENIBILITA’
ECONOMIA CIRCOLARE

TheGreenLabel è un progetto dell'azienda Roberta Bolsi che permette di ottenere etichette di alta qualità seguendo un protocollo che genera un impatto ambientale notevolmente ridotto rispetto allo standard

PROTOCOLLO DI STAMPA
Cos’è TheGreenLabel?

È un protocollo di stampa che prevede:

1 • PROCESSO PRODUTTIVO

2 • MATERIALI ECOSOSTENIBILI

3 • RECUPERO, RIUTILIZZO

4 • COMPENSAZIONE CO2

1. Processo Produttivo a RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE

ZERO SVILUPPI CHIMICI
Grazie a costanti investimenti in ricerca e tecnologia abbiamo ottenuto un processo di pre-stampa privo di sostanze chimiche.
A partire dall’anno 2007, tramite l’utilizzo di una macchina CTP (Computer To Plate), incidiamo direttamente le lastre di alluminio, utilizzate durante il processo di stampa, che non necessitano di soluzioni chimiche di sviluppo.

VERNICI A BASE ACQUA
Le vernici, sia lucide che opache, utilizzate per la stampa dei nostri prodotti sono esclusivamente a base acqua.

RIDUZIONE UTILIZZO ACQUA FINO AL 100%
Il nostro reparto produttivo è dotato di macchine per la stampa all’avanguardia che hanno permesso un’importante riduzione dell’utilizzo dell’acqua durante il processo di stampa, e di macchine waterless che non richiedono alcun tipo di bagnatura.
Anche il processo di pre-stampa non prevede l’utilizzo di acqua.

100% ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI
La totalità dell’energia elettrica che utilizziamo è prodotta da impianti di generazione a fonte rinnovabile, che permettono di ridurre concretamente l’impatto inquinante del sistema energetico e preservare le risorse ambientali.

LIMITAZIONI TECNICHE DI STAMPA
Sono escluse lavorazioni altamente inquinanti:
• plastificazioni
• laminazioni a freddo e a caldo

2. MATERIALI provenienti da FONTI ECOSOSTENIBILI

Le materie prime utilizzate nel processo produttivo sono esclusivamente provenienti da fonti sostenibili:

CARTE CERTIFICATE FSC
Carte certificate FSC (Forest Stewardship Council: è uno schema di certificazione in grado di garantire al consumatore che il prodotto è realizzato con materiale proveniente da foreste gestite correttamente dal punto di vista ambientale, sociale ed economico) antispappolo, umido resistenti. Sono disponibili in un’ampia gamma e possono essere:
• carte patinate lucide e opache
• carte non patinate lisce e goffrate (vergate, martellate, telate, ecc.), bianche e avorio

CARTA CERTIFICATA FSC RECYCLED
Carta riciclata certificata FSC: patinata opaca bianca, ottenuta mediante il recupero della glassine (la glassine è il supporto siliconato della carta adesiva).

NO WOOD
Carte prodotte utilizzando fibre che non derivano dal legno, ma da altre fonti come i residui di produzione della lavorazione della canna da zucchero.
• Carta in fibra di canna: è composta per il 95% da scarti di lavorazione della canna da zucchero, riciclati per creare una carta dalle prestazioni elevate, trattata per resistere al bagnato. Questa carta evita l’abbattimento di alberi e, diversamente dalle normali carte riciclate, non necessita di prodotti chimici per rimuovere l’inchiostro e ottenere un colore bianco. La carta in fibra di canna, ecocompatibile, liscia e con un alto grado di bianchezza, è ideale per vini e liquori.

FILM DI DERIVAZIONE VEGETALE E BIODEGRADABILI
Due tipologie di film, disponibili entrambi in colore bianco o trasparente:
• Film di derivazione vegetale: Materiale frontale di struttura simile al PP, in film biodegradabile ottenuto da risorse rinnovabili (pasta di legno). Biodegradabile e compostabile.
• PE bio-based: Materiale frontale in film realizzato interamente dall’etanolo ricavato dalla canna da zucchero. Si comporta e si stampa in modo simile al polietilene (CE) tradizionale.
Può essere riciclato nel normale flusso di riciclaggio delle poliolefine.

3. RECUPERO e RIUTILIZZO MATERIALI e SCARTI di PRODUZIONE

Le lastre impiegate nel processo di stampa sono in alluminio, materiale completamente riutilizzabile, per cui riciclate alla fine del loro ciclo di vita produttivo.

I rifiuti ottenuti dai prodotti per l’etichettatura, realizzati in materiali biodegradabili come la carta, sono completamente riciclati.

Gli sfridi e i materiali di avviamento delle etichette autoadesive sono invece recuperati e lavorati per la produzione di CDR (Combustibili Derivati da Rifiuti) e forniti ai cementifici come alternativa al carbone.

Recupero glassine: permette di recuperare i supporti siliconati post dispensazione (glassine), sottraendoli alla discarica e riutilizzandoli per creare nuova cellulosa.

4. COMPENSAZIONE CO2 MEDIANTE ASSORBIMENTO FORESTALE

Le attività dell’uomo provocano rilevanti emissioni di CO2 e di altri gas ad effetto serra in atmosfera. Questi gas aumentano l’effetto serra naturale, determinando un riscaldamento climatico globale.

Accanto alla riduzione delle emissioni, il protocollo di Kyoto individua l’assorbimento forestale quale strategia utile per il contrasto del cambiamento climatico.

Nonostante le emissioni di CO2 da parte della nostra azienda siano limitate al solo riscaldamento degli ambienti lavorativi, provvediamo alla loro compensazione, attraverso la proprietà e la custodia di un’area boschiva nell’appennino parmense.